Si consiglia l’uso preventivo solo dopo

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Il criterio diagnostico per le convulsioni febbrili è un sequestro correlato a una malattia accompagnata da febbre. Tuttavia, questi sintomi non possono coesistere con infezioni del sistema nervoso centrale o con disturbi elettrolitici acuti, pertanto è necessario prendere in considerazione in particolare queste malattie, che sono responsabili della comparsa di sintomi clinici simili. Il verificarsi di convulsioni senza la convivenza di una febbre preclude la diagnosi di convulsioni.

Trattamento delle convulsioni febbrili

La gestione delle convulsioni febbrili dovrebbe includere una spiegazione delle circostanze del sequestro, le cause della febbre e il trattamento dell’infezione che ha innalzato la temperatura corporea di base. A volte l’ipertermia o le reazioni vaccinali possono causare un aumento della temperatura corporea, nel qual caso è possibile solo un trattamento sintomatico.

I bambini con convulsioni febbrili richiedono sempre il ricovero in ospedale con un test di liquido cerebrospinale , e la stessa procedura vale per i bambini con convulsioni febbrili complesse , in quanto questi possono essere la prima manifestazione di epilessia o altre malattie del sistema nervoso centrale .

Il preparato di base usato per interrompere le convulsioni febbrili è il diazepam, che appartiene al gruppo delle benzodiazepine. Si raccomanda che questa medicina venga assunta dai genitori, ma solo se assunta durante un attacco. L’uso preventivo è consigliato solo se l’attacco precedente è durato a lungo.

Prevenzione delle convulsioni febbrili

In tutti i bambini con anamnesi di convulsioni febbrili, la temperatura corporea di ogni malattia deve essere controllata frequentemente e preparati con antipiretici se la temperatura è superiore a 38 gradi Celsius.

Inoltre, la protezione profilattica contro le infezioni è necessaria, in quanto portano alla febbre, che induce la comparsa di convulsioni febbrili. La prevenzione nei bambini con una storia di convulsioni indotte da febbre è necessaria, poiché il rischio di recidiva è alto fino al 40 per cento.

Prognosi in caso di convulsioni febbrili

Nel caso di convulsioni febbrili nel corso di varie malattie con febbre accompagnatoria (specialmente malattie infettive) è buono. Nonostante il rischio di ricorrenza di convulsioni, di solito non si verificano più di 3 volte nel corso della loro vita.

Le vibrazioni febbrili di solito non lasciano conseguenze permanenti per lo sviluppo psicomotorio di un bambino. Il trattamento appropriato e la profilassi sono inoltre associati a una prognosi migliore nelle convulsioni febbrili.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 312 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*