Anemia emolitica con anticorpi caldi

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

La diagnosi di anemia emolitica si basa sul decorso clinico e sui sintomi tipici dell’anemia emolitica e ulteriori studi (oltre a ridurre i livelli di emoglobina, aumento delle quantità di retiulociti, aumento delle concentrazioni di bilirubina intermedia, ridotta sopravvivenza degli eritrociti e altri cambiamenti nei test di laboratorio) osservato ) .Se gli anticorpi di tipo caldo o freddo sono responsabili dell’anemia emolitica, possono essere determinati da studi specialistici aggiuntivi. La differenziazione tiene conto di altri tipi di anemia, principalmente legati alla rottura di globuli rossi nel corso di varie malattie.

Trattamento dell’anemia emolitica con anticorpi di tipo caldo

L’anemia emolitica con anticorpi di tipo secondario caldo richiede una gestione terapeutica che porti alla cura della malattia di base. La riduzione della produzione di anticorpi responsabili dello sviluppo dei sintomi della malattia può essere ottenuta somministrando glucocorticosteroidi (ad esempio (c) un test prednisone per un periodo di diverse settimane.
È importante ricordare di ridurre gradualmente la dose fino a quando il farmaco non è completamente interrotto. Un’improvvisa riduzione dell’assunzione del preparato può portare ad un aumento della produzione di anticorpi e quindi ad un aumento dei sintomi della malattia.
Altri farmaci possono includere preparati immunosoppressivi per ridurre la concentrazione di anticorpi di tipo caldo, in particolare azatioprina, ciclofosfamide, vincristina, ciclosporina o micofenolato mofetile.
La terapia con questi farmaci è riservata ai casi resistenti ai glucocorticosteroidi o all’intolleranza. Altri metodi includono l’escissione della milza, che causa un’eccessiva distruzione di globuli rossi nel corso della malattia. Possono anche essere somministrati anticorpi monoclonali, danazolo o concentrato di globuli rossi.

Complicazioni e prognosi dell’anemia emolitica con anticorpi di tipo caldo

A volte l’anemia emolitica sviluppa pericolose complicazioni per la salute o la vita del paziente. Molto spesso, anche in una dozzina circa di pazienti, si sviluppa una malattia linfoproliferativa secondaria, in media dopo 2 anni dall’insorgenza dei primi sintomi di anemia emolitica.
Inoltre, le complicanze tromboemboliche si verificano a causa della presenza di anticorpi cardiolipina e lupus anticoagulante nel siero del sangue del paziente.
L’anemia emolitica con anticorpi di tipo caldo ha una prognosi diversa. Ciò dipende principalmente dalla malattia di base coesistente, nel corso della quale si sviluppa l’anemia. È possibile trattare la malattia completamente e prolungare la vita del paziente ad un’età corrispondente all’aspettativa di vita media della popolazione generale.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 312 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*